Se compaiono uno o più rigonfiamenti in sede anale può trattarsi di piccole emorroidi che fanno la loro comparsa al di fuori dell’ano.
Questi rigonfiamenti possono essere più o meno dolenti e sensibili.

Se questi rigonfiamenti sono più evidenti e più grandi, vuol dire che la patologia emorroidaria sta evolvendo verso stadi più avanzati.
In ogni caso è sempre prudente farsi controllare.

Se invece il rigonfiamento è caldo e dolente e compare un po’ di rialzo febbrile molto probabilmente si tratto di un’infiammazione anale. Consultare subito un coloproctologo.

Altre volte possono comparire delle escrescenze a sede anale e perianale, legate ad infezioni virali a trasmissione prevalentemente sessuale (condilomi).

Pensi di avere un problema coloproctologico?
Verifica i tuoi sintomi nella sezione dedicata ai pazienti e chiedi delucidazioni allo specialista. Una diagnosi precoce ti mette al sicuro da fastidiosi problemi.

CONTROLLA I TUOI SINTOMI
Quelle elencate a lato sono le sintomatologie più comuni di un potenziale problema colorettale. Ci raccomandiamo, una volta attuati gli accorgimenti per ridurre il fastidio, di consultare quanto prima uno specialista per gli opportuni approfondimenti.